se non vuoi perderti nemmeno un post...

domenica 23 luglio 2017

AGRITURISMO CODULA FUILI, SOSPESO NEL MARE E NEL TEMPO DELLA SARDEGNA

Quando arrivo a Codula Fuili amo rinfrescarmi sotto gli ulivi. Tutto tace, tranne le cicale, loro non tacciono mai. 
Ascolto, guardo il mare e penso di essere stata molto fortunata quando ho scovato un luogo come questo. Appeso sopra il golfo di Orosei, completamente immerso nella macchia mediterranea, popolato da un gruppo di meravigliosi ragazzi che sanno raccontare la loro storia e che, nonostante il tanto e faticoso lavoro, sanno dare gioia e ti fanno sentire come a casa.


A Codula Fuili si inizia presto con la "colazione del campione". La mamma di Gianna e Lucia è una fanatica dell'impasto. Pare non riesca a tenere le mani lontane da farina e acqua. Ed è così che ogni mattina biscotti, torte friabili, crostate fragranti compaiono sul tavolo a sorprendere occhi e palato.
Il dolcetto sardo è una tradizione da queste parti. Non esiste cerimonia, festa, incontro che non sia accompagnato da biscotti e paste in grandi quantità. Ho sentito le giovani donne un po' preoccupate per questo aspetto, non sanno se saranno in grado di mantenere le aspettative delle loro madri.

Il vero segreto della colazione qui è il cappuccino con il latte di capra. Il latte più digeribile e più gustoso che abbia mai assaggiato. Marmellate fatte in casa, formaggi, salumi, frutta... non vi mancherà proprio nulla.


Le giornate nel Golfo di Orosei sono ricche di attrazioni. Da qui si può rapidamente raggiungere il porto di Cala Gonone per salire a bordo di imbarcazioni che consentono di arrivare via mare alle più belle baie e grotte di tutta la Sardegna. A piedi, seguendo i sentieri tra i profumi della meravigliosa vegetazione della macchia mediterranea, si possono raggiungere cale di incredibile bellezza. In macchina, con percorsi brevi, si va alle spiagge di Dorgali e sino alla Oasi di Bidderosa oppure ci si può addentrare nell'interno sino al Supramonte.

 
 
 
Il ritorno a casa è sempre un momento speciale. Sotto gli ulivi di Codula Fuili assaporo un gelato fatto con il latte di capra, condito con squisite marmellate. Una buona lettura, una partita a carte vegliati dal mare che cambia colore con l'arrivo della sera, nell'attesa che sullo spiedo di Franco sia completata la cottura del maialino.

 
Poi tutti a cena. Come in una grande famiglia si chiacchiera, si parla di vita e di cibo. La ricotta è quella di capra che fa Mariano. Il pecorino è quello del pastore amico. Le verdure arrivano dall'orto davanti al cortile e le prepara tutte Mario, o almeno così dice lui. I salumi sono di un allevatore che abita lì vicino. I culurgiones sono il mio primo piatto preferito e Marina lo sa bene.

 


"La vita in Sardegna è forse la migliore che un uomo possa augurarsi. Ventiquattro mila chilometri di foreste, di campagne, di coste immerse in un mare miracoloso dovrebbero coincidere con quello che io consiglierei al buon Dio di regalarci come Paradiso." Fabrizio De Andrè

Giorni felici. Pensieri leggeri. In Sardegna io mi sento a casa.
Ripartire da qui per me è sempre un grande dispiacere e per questo motivo mi piace sognarmi cosi, sdraiata sull'amaca a guardare il mare tra gli alberi, nell'attesa che arrivi qualche capra a svegliarmi.


... e ancora nel Golfo di Orosei su chiediloalladani:

se vi è piaciuto il mio post e volete ricevere gli aggiornamenti sui prossimi, potete seguire le mie pagine:



mercoledì 12 luglio 2017

DAMIEN HIRST RACCONTA LA STORIA DI UN GRANDE RITROVAMENTO: SE LO VEDI ESISTE

Ho pensato molte volte all'enorme gioia che si prova nella scoperta di un tesoro nascosto in fondo al mare.
In passato ho scavato nel mio giardino immaginando di trovare la mappa racchiusa in uno scrigno, perché da piccola il mare era un luogo lontano. Certo è difficile comprendere una mappa del tesoro, mi sono sempre detta, ma con i giusti strumenti tutto diventa possibile.
Poi un giorno sono arrivata a Venezia e ho trovato il messaggio nella bottiglia di Damien Hirst: "SOMEWHERE BETWEEN LIES AND TRUTH LIES THE TRUTH" e ho capito che nulla è impossibile.


mercoledì 28 giugno 2017

BALADIN OPEN GARDEN: ISTRUZIONI PER L'USO

Il Baladin Open Garden è una promessa mantenuta.
È pronto, ed ecco qui le istruzioni per l'uso.
È un luogo di incontro e condivisione per gli amanti della Birra Viva e della Terra Viva.
È un luogo di conoscenza e riflessione sull'importanza delle radici.
I protagonisti? Contadini e artigiani che animeranno il Mercato racContadino a disposizione di tutti.
Dove? A Piozzo, dove è nata la birra artigianale italiana grazie a Teo Musso, l'anima di Baladin.

Nel corso degli anni Teo ha realizzato molti suoi sogni senza mai dimenticare le sue origini e il forte legame con la terra. Il Baladin Open Garden è l'ultimo esempio che va ben oltre la birra stessa: parla di comunità, di ritorno al passato e, con consapevolezza, guarda al futuro.
Sono certa che proprio qui nelle Langhe dove oggi vedo i luppoleti confinare con i vigneti, in un paesaggio surreale o quantomeno nuovo, si svilupperanno ancora tante idee, come in un moderno incubatore di passioni.

L'estate 2017 è iniziata così, con una grande festa...

 

sabato 10 giugno 2017

TOCCASANA DI TEODORO NEGRO: QUANDO LA TRADIZIONE GUARDA AL FUTURO

Qui il tempo sembra essersi fermato. Come un tuffo nel passato mi sono ritrovata immersa nella storia della campagna piemontese. Un tempo non troppo lontano da me, che non ho vissuto direttamente ma che fa parte dei ricordi della mia famiglia.

Sulla soglia dell'erboristeria di Cessole (mappa)  ad accoglierci ci sono la figlia e la nipote di Teodoro Negro che con professionalità e passione tengono vivo il lavoro e il ricordo di Teodoro.
E' qui dove tutto ebbe inizio...


[in collaborazione con Toccasana S.P.A.]

domenica 28 maggio 2017

QUESTIONE DI DETTAGLI, GALLERIA BORGHESE A ROMA

Mi torna in mente un sogno. Ero in un parco che assomigliava ad un bosco, tagliato da viali, impreziosito da fontane e templi. Davanti a me un palazzo elegante, luminoso. Salita la scala da sinistra, ho provato gioia nel guardare la bellezza. Ero stata da pochi giorni a Galleria Borghese.
Una meravigliosa galleria di arte antica e contemporanea (a quel tempo), un luogo voluto dal cardinale Scipione Borghese per raccogliere le opere dei più valenti artisti contemporanei e le opere immortali dell'antichità greca e romana.

Il Ratto di Proserpina (Bernini)

domenica 14 maggio 2017

NIDO DI NOODLES, ZAFFERANO E GAMBERI SCOTTATI

Il cuore del fiore viola Crocus Sativus viene trasformato in pregiato zafferano grazie alle mani pazienti di abili donne e uomini: è così che nasce l'oro in cucina.
Per ottenere un grammo di zafferano si devono raccogliere circa 200 fiori e poi lavorarli con la massima attenzione per avere pistilli integri o una polvere pregiata.

Lo Zafferano in origine fu usato come colorante per i tessuti preziosi come la seta, o per dipingere affreschi. Successivamente è diventato un fiore officinale ed infine un ingrediente in cucina. Seguendo il filo di questa storia ho pensato di colorare i noodles.
I noodles sono una tipica pasta della tradizione orientale, un augurio di lunga vita, preparati per le cerimonie e i giorni di festa, lunghi e ripiegati su loro stessi. Li ho fatti diventare un nido, un luogo accogliente dove riporre i gamberi.
I gamberi hanno carni pregiate e delicate, i mesi migliori per acquistarli vanno da marzo a giugno e io ne vado pazza... come potevo non prenderli in considerazione!


Con questa ricetta partecipo al contest #CucinaconZaffy: nido di noodles, zafferano e gamberi scottati.
Lo Zafferano Zaffy è il prodotto di una accurata selezione delle migliori coltivazioni. Il gusto ed il colore sono il risultato dei procedimenti che nascono dall'antica tradizione abruzzese che si è protratta sino ai giorni nostri e che ha lo scopo di mantenere integre le proprietà del fiore.
La raccolta dei fiori avviene rigorosamente a mano, i pistilli vengono separati dal fiore ed essiccati entro il più breve tempo possibile a temperature controllate per preservare al massimo le pregiate qualità dello Zafferano.
[in collaborazione con Fuudly]

domenica 30 aprile 2017

LA CUPOLA DEL GUERCINO A PIACENZA, NEL CUORE DELL'OPERA D'ARTE

Ci sono cose che nella vita non vedrò mai perché troppo lontane e irraggiungibili, oppure inaccessibili.
Altre invece sono proprio sopra il nostro naso, come ad esempio la cupola della Cattedrale di Piacenza con i suoi meravigliosi affreschi realizzati da Giovanni Francesco Barbieri, meglio noto come il Guercino.
Da sotto, la cupola affrescata dal pittore di Cento è certamente apprezzabile, ma l'occasione imperdibile di toccarla con gli occhi è solo fino al 4 giugno 2017. 
Infatti, grazie all'evento "il Guercino da vicino", si può arrivare direttamente al cuore dell'opera d'arte.

sabato 22 aprile 2017

ESPERIENZA AL SILICONE MURANO 5.0 - ATTO II: 10 PIATTI PER 10 PORTATE AL CONTRASTE DI MILANO

Durante la Milano Design Week 2017 ho partecipato ad un evento enogastroartistico sorprendente, uno dei migliori della mia vita. Fantastico, senza esagerare.
Proprio la fantasia ha attivato mani capaci che hanno permesso di mettere in scena questo grande spettacolo sensoriale.
Il teatro di tanta meraviglia è il ristorante Contraste di Milanoi registi sono lo chef di casa Matias Perdomo e il maestro dell'arte del silicone Alessandro Ciffo.

sabato 15 aprile 2017

VILLA DELLA TORRE IN VALPOLICELLA, PARADISO FUORI VINITALY

Eccomi a Villa della Torre dopo una meravigliosa mattinata a spasso per la Valpolicella. Il fermento di Vinitaly sembra lontano in questo angolo di paradiso.

Villa della Torre è proprietà della famiglia Allegrini e qui la bellezza dei luoghi e la bellezza del vino divengono un tutt'uno. La Villa è un gioiello del Rinascimento italiano ed è circondata dal Vigneto Palazzo della Torre da cui proviene l'omonimo vino che è il frutto di una delle intuizioni enologiche di Franco Allegrini.

sabato 1 aprile 2017

LA RINASCITA DELLA LUCE BE_RECYCLED A MILANO

Be_recycled è l'idea di Lorenzo Bassotti. Fare arte con il riciclo è la nuova vita che ha intrapreso e le premesse sono molto interessanti.

Lorenzo mi ha contattata e mi ha raccontato il suo appassionato progetto. Ci siamo incontrati al Kitchen Ristorante di Milano dove ho visto in anteprima le sue opere che saranno lì esposte, in occasione del Salone del Mobile 2017, sino al 30 aprile.
Lorenzo Bassotti fa vivere le sue creazioni come risurrezioni perché ogni luce fa rinascere gli oggetti e le storie di chi li ha utilizzati. Frammenti di quotidianità perduta. E' questa l'idea che mi ha entusiasmata.


[in collaborazione con be_recycled]

domenica 26 marzo 2017

MEZZO UOVO DI CIOCCOLATO SU GELATINA DI MANGO

Chi ha fatto l'uovo di Pasqua? L'importante che sia di ottimo cioccolato fondente.
Ed ecco qui come fare per rimettere insieme tutti quei pezzetti di cioccolato in fondo ai sacchetti sberluccicanti.

Ho cambiato le circostanze dell’UOVO, ricomposto e riempito di tanta fragranza.
Il cioccolato fondente delle uova di Pasqua riprende forma e gusto in questo delizioso dolce che ricorda la lavorazione della Sacher.


martedì 21 marzo 2017

COUS COUS PICCANTE CON VERDURE IN SAC A POCHE

La bellezza e la bontà convivono nel piatto. I sapori si rincorrono, una forchettata dopo l'altra i colori raccontano un piatto vegano saporito e pieno di amore.

Il cous cous è il piatto del Mediterraneo che amo in tutte le sue declinazioni.
Questa mia versione utilizza il cous cous piccante che ben si adatta alle prime delicate verdure dell'orto primaverile e alle ultime verdure invernali.

[in collaborazione con Nuova Terra]


giovedì 16 marzo 2017

TRAMONTO, COCKTAIL E VISTA SU TORINO DAL PIANO 35: UN VERO TOCCASANA

Il panorama dal Lounge Bar Piano 35 di Torino è un vero piacere per la vista. Mi sono emozionata osservando le vie della città dalla passerella che, radente ai vetri perimetrali del grattacielo, permette di sentirsi sospesi nel vuoto, a strapiombo sul mondo sotto ai tuoi piedi. Forse è proprio questa la forza dei progetti avveniristici. Il progetto è di Renzo Piano.



martedì 28 febbraio 2017

BACCALÀ SU POLENTA DI RISO VENERE

L'uomo è arrivato sulla Luna. L'esplorazione di Marte è una realtà.
Mentre in questi giorni si è tanto parlato dell'ipotesi di pianeti simili al nostro, grazie alla scoperta di Trappist-1, io ho deciso di mandare il baccalà su Venere.

Baccalà scottato in padella su polenta di riso venere, crema di porri e alga Dulse.

La polenta di Riso Venere è ottenuta dalla macinazione di questo riso aromatico e profumato che lascia sul palato note intense e molto caratteristiche.



venerdì 17 febbraio 2017

LA TABLE D'AKI DI AKIHIRO HORIKOSHI, CUOCO A PARIGI

Eccolo all'opera! Lui è Akihiro Horikoshi ed è un cuoco sorprendente.
La sua Table d'Aki è nella Rive Gauche, in Rue Vaneau 49.
Lo chef Akihiro Horikoshi è come un samurai solitario che affronta la propria missione: sorprendere i suoi sedici ospiti con piatti di pesce davvero speciali.

La musica classica di sottofondo e lui si muove come le dieci dita sulla tastiera di un pianoforte a coda. Sia chiaro che nella sua cucina, anzi nel suo ristorante, il pianoforte a coda non ci starebbe di certo.